Abbiamo cura di Te
Prenota la tua visita Ortopedica con il Dr. Rodolfo ROCCHI
Prenota la tua visita Neurologica o Neurochirurgica con il Dr. Marco RUINI
Human Tecar
Cura la tua postura con la Rieducazione Posturale Globale
Un nuovo modo di fare osteopatia
Onde d'urto focali
Rieducazione posturale

Onde d'urto focali

 

onde urto1

Onde d’urto extracorporee focalizzate PIEZOWAVE2

 

Le onde d’urto extracorporee sono fattori di stress meccanico in grado di indurre delle mutazioni biochimiche nei tessuti. A livello molecolare tali cambiamenti attivano alcune variazioni cellulari in grado di produrre reazioni specifiche nel tessuto. Questo processo viene definito meccanotrasduzione.

Gli stimoli meccanici possono condizionare praticamente tutte le funzioni cellulari, compresa la crescita, la differenziazione, la migrazione, la sintesi proteica, l’apoptosi fisiologica e la necrosi dei tessuti. Alcuni studi di recente pubblicazione hanno dimostrato che la terapia ad onde d’urto extracorporee è in grado di stimolare la produzione endogena di lubricina in tendini e setti; hanno confermato inoltre l’efficacia delle onde d’urto focalizzate in riferimento a diverse patologie muscoloscheletriche comuni e la loro utilità nella diagnosi¹ e nel trattamento dei trigger point. La terapia con onde

d’urto extracorporee, costituisce una delle poche tecnologie mediche in grado di trattare in maniera efficace le sindromi

da dolore cronico del sistema muscoloscheletrico.

1.  Diagnosi intesa come capacità di ricerca dei trigger point. Grazie alle dimensioni ridotte dell’area focale il paziente riferisce una diversa sensazione di dolore quando il fuoco è correttamente posizionato sul trigger stesso piuttosto che sul tessuto sano circostante.

 

Caratteristiche uniche

 

-       Fonti terapeutiche Focalizzate, Lineari, Planari, risposte diverse a problemi differenti

-       Performance eccellenti grazie alla tecnologia a singolo o doppio strato

-       Dimensioni focali precise e ben determinate si traducono in riduzione del dolore

-       Fonte terapeutica F10 G4, fuoco di piccole dimensioni, perfetto per la Diagnosi

-       Durata delle teste terapeutiche senza paragoni

-  Assoluta precisione nel settaggio della profondità grazie all’utilizzo di distanziatori in gel. Fino a 60 mm (con testa terapeutica FB10G6)

-       Livelli energetici e dimensioni focali indipendenti

-       Ampio spettro di energie

-       Operazioni semplici e assistite grazie all’App di supporto

-       Sistema automatico di riconoscimento delle fonti terapeutiche “Plug & Play“

 

onde urto2

 

   

Fonte terapeutica Focalizzata

Questasorgente terapeutica è caratterizzata da una zona focale precisa e ben definita. Indicata per la diagnosi e la terapia di tutte le patologie muscolo/scheletriche, quali entesiti, tendinopatie calcifiche e non, spine calcaneari ecc. Profondità massima di trattamento 60 mm (FB10G6).

                                                                                                                                                   
 onde urto3

 

Profondità di penetrazione

Le fonti terapeutiche del sistema Piezowave², utilizzano dei cuscinetti in gel intercambiabili che entrano in contatto con il paziente, assicurando una perfetta conduzione dell’onda evitando inutili dispersioni. I cuscinetti o gel pads vengono scelti in funzione della profondità di trattamento necessaria. Piezowave² consente di effettuare trattamenti terapeutici a partire da 0 mm fino ad un massimo di 60mm passando per intervalli di 5 mm alla volta.

 

onde urto4

 

Indicazioni

Le patologie ormai avvalorate scientificamente riguardano:

Tessuti ossei


Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi
Necrosi asettica testa omero/femore
Fratture da stress
Algoneurodistrofia

Patologie dei tessuti molli


Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio
Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin.
Calcificazione e ossificazione

Miositi ossificanti

Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce

Tendinopatie dei tessuti molli


Tendinopatia calcifica di spalla
Epicondilite laterale di gomito
Tendinite trocanterica
Tendinite della zampa d’oca
Tendinite post-traumatica di ginocchio
Tendinite del rotuleo
Tendinite del tendine d’Achille

Fascite plantare con sperone calcaneare

 

onde urto5

 

 

Controindicazioni

Infezione acuta dei tessuti molli/ossa

Malattie primarie perniciose

Epifisiolisi nel punto focale

Malattie della coagulazione del sangue

Gravidanza

Pazienti con pacemaker

Tessuto polmonare nel punto focale

Cervello, midollo spinale, grandi nervi nel punto focale (neurocranio, colonna vertebrale, costole)