Abbiamo cura di Te
Prenota la tua visita Ortopedica con il Dr. Rodolfo ROCCHI
Prenota la tua visita Neurologica o Neurochirurgica con il Dr. Marco RUINI
Human Tecar
Cura la tua postura con la Rieducazione Posturale Globale
Un nuovo modo di fare osteopatia
Onde d'urto focali
Rieducazione posturale

Noleggio Magnetoterapia

 

Questo dispositivo medico attivo, di tipo non invasivo ad uso temporaneo è costruito per utilizzare, a scopo terapeutico, gli effetti biologici indotti al corpo umano dai campi magnetici a bassa frequenza. Tale energia fisica generata da avvolgimenti elettrici, o solenoidi, comandati e controllati dall'apparecchiatura, viene applicata al corpo umano in modo non invasivo attraverso gli stessi trasduttori opportunamente rivestiti in modo da renderli sicuri e maneggevoli.

 

Questa pratica terapeutica conosciuta ed apprezzata per i buoni risultati che permette di raggiungere nel settore fisioterapico, è denominata magnetoterapia.

 

Gli effetti antiflogistici e stimolanti per la riparazione tissutale che producono i campi magnetici sull'organismo umano, consentono il raggiungimento di importanti risultati terapeutici soprattutto su patologie quali fratture, osteoporosi, artropatie, ritardi di consolidazione.

 

I campi magnetici vengono impiegati nei servizi di terapia fisica a scopo terapeutico da qualche decennio. È stato ampiamente dimostrato che essi possono interagire con i tessuti biologici, anche se i meccanismi di tale interazione non sono ancora completamente chiariti.

 

Bersaglio dell'azione dei campi magnetici sono i materiali ferromagnetici (magnetosomi di Fe3 O4), i centri paramagnetici (metallo-proteine di trasporto, metallo-enzimi, citocromi, ossigeno molecolare) e le macromolecole diamagnetiche, coinvolte nello svolgimento di attività enzimatiche.

Gli apparecchi di magnetoterapia generano campi prevalentemente magnetici statici o tempovariabili con frequenza bassa.

Effetti terapeutici:

Le modificazioni biologiche indotte dai campi magnetici sulle membrane biologiche, sulle cellule e sui vasi determinano i seguenti effetti terapeutici:

  • - Effetto antiflogistico ed antiedemigeno: La magnetoterapia svolge l'azione antiflogistica attraverso un processo di ripolarizzazione delle membrane cellulari.

  • - Effetto stimolante la riparazione tissutale.

Principali indicazioni:

  • - Fratture recenti e ritardi di consolidazione: I campi magnetici, stimolando l'attività osteogenetica a livello della rima di frattura, accelerano i tempi di consolidazione delle fratture in una percentuale altissima di casi. Il processo di guarigione delle discontinuità ossee si verifica attraverso l'induzione dell'effetto piezoelettrico nelle strutture connettivali, il miglioramento delle condizioni circolatorie locali.

  • - Pseudoartrosi: E' stato dimostrato che i campi magnetici sono efficaci nel trattamento delle pseudoartrosi.

  • - Morbo di Sudeck ed osteoporosi: La magnetoterapia è risultata efficace nell'80 % dei casi di morbo di Sudeck e nel 70 % delle osteoporosi.

  • - Artropatie di natura infiammatoria e degenerativa: Rappresentano un'indicazione al trattamento con magnetoterapia sia le artropatie di natura infiammatoria che degenerativa. Risultati positivi si hanno nell'artrite reumatoide localizzata alle mani e alle ginocchia, nella spondilite anchilopoietica, nella gonartrosi e nell'artrosi lombare.

  • - Arteriopatie obliteranti: I campi magnetici risultano efficaci nelle patologie vascolari grazie alla loro influenza sul flusso ematico e sul microcircolo.

  • - Piaghe da decubito: L'effetto biostimolante giustifica l'impiego della magnetoterapia in questa patologia. Sono richiesti trattamenti molto lunghi.

  • - Psoriasi: La psoriasi risponde positivamente a questa terapia nel 60% dei casi.

Principali controindicazioni:

  • - Donne in stato di gravidanza

  • - Pace-maker

  • - Mezzi di sintesi magnetizzabili

  • - Tubercolosi

  • - Neoplasia

  • - Diabete giovanile

  • - Micosi

  • - Malattie virali

  • - Protesi acustiche

  • - Emorragie intestinali